Cosa trovano le donne in un’amica che non troveranno mai nell’amore

Il titolo è provocatorio, lo so. Ma non l’ho inventato io, ma il più brillante New York Times, per questo articolo nel quale mi sono imbattuta oggi.

What Women Find in Friends That They May Not Get From Love

Le amiche sono importanti per noi donne, senza dubbio e per molti aspetti un bel rapporto d’amicizia può essere appagante come una relazione d’amore, almeno in alcune fasi della vita. Di amiche ne ho avute tante, ma ne ho anche conosciute diverse tipologie, che magari non facevano al caso mio.

Le amiche per sempre: sono quelle che vivono in simbiosi. Si conoscono dall’asilo o giù di lì e hanno formato una specie di setta segreta di cui fanno parte solo loro. Sono un fortino inespugnabile.

Le amiche-francobollo: il format è sempre lo stesso: si incontrano, decidono di condividere tutto, escludono sistematicamente qualsiasi altro soggetto dal loro rapporto. Poi improvvisamente litigano, senza nemmeno ricordarsi bene la ragione. Ma la magia è svanita e non si parlano più. 

Le amiche di un momento: in genere hanno amici comuni oppure si frequentano sul lavoro, senza mai aver stretto molto. Poi un giorno, per un qualche strano motivo, si trovano a condividere una confidenza veramente importante e si scoprono molto vicine. Ma non basta questo a renderle inseparabili e torneranno ognuno al proprio posto, osservandosi (magari anche con simpatia) da distanza di sicurezza.

Le compagne di gioco Sono quelle che insieme ridono, si divertono, chiacchierano di sciocchezze o anche di cose di attualità. Ma sempre poco di loro stesse. La cosa importante è la condivisione, il sentirsi vicine. Le confidenze arrivano raramente e sono riservate a momenti particolari, che poi si trasformano nuovamente in scanzonati momenti di serenità.

Io non sono mai stata una tipa da “amica-francobollo”, anzi sono sempre fuggita da coloro che mi hanno dato l’impressione di voler decidere con me della mia vita. Io sono più un tipo da “amica di un momento” o da “compagna di gioco”. Ho avuto un’amica particolare per ogni fase della vita, potrei iniziare il mio elenco già da quella delle elementari. Ma poi le ho sempre perse di vista. Proprio così: a un certo punto ho preso un’altra strada, loro hanno preso un’altra strada e via. Però le porto tutte nel cuore e so che sono state speciali.

Perché due donne insieme riescono a raggiungere grandi profondità, anche senza confidarsi niente. Un’amica è un’alchimia misteriosa, un rapporto speciale. Con un uomo è diverso: culturalmente ci hanno insegnato che in un rapporto di coppia è importante costruire qualcosa, quindi un uomo è impegno, ricerca di equilibrio, di una dimensione a due.

Un’amica è un rapporto diverso, che puoi costruire liberamente, andando a cercare solo il piacere di stare con la persona che preferisci.

For many women, friends are our primary partners through life; they are the ones who move us into new homes, out of bad relationships, through births and illnesses. Even for women who do marry, this is true at the beginning of our adult lives, and at the end — after divorce or the death of a spouse.

Questo passaggio dell’articolo mi lascia pensare che forse è normale che sia così difficile avere un’amica speciale quando si è sposati e si hanno figli, soprattutto piccoli. Le responsabilità rendono più complicato lasciarsi spazio per godere di un rapporto di questo tipo. Attraversando le varie fasi della mia vita, alcune amiche me le sono perse per strada, è vero. Ma poi mi capita di incontrarle a volte per caso, o di fare una telefonata, e di sentire di nuovo quel calore, la certezza di aver costruito qualcosa. Ed è una bella sensazione.

E voi che tipo di amiche siete?

PS: sono scomparsa per diversi giorni. Lo so, dovrei essere più assidua sul blog, fa parte dei miei buoni propositi. Ma il problema è che a volte mi perdo: sono interessata da così tante cose, che a volte mi trovo a seguire strade diverse che mi allontanano dagli obiettivi che mi ero proposta poco prima. Tutto questo perché il tempo è tiranno e questo blog fa parte di quella zona di piacere che mi concedo una volta fatto tutto quello che devo fare: lavoro, figli, casa e tutto il resto.

condividi