La Resistenza delle donne: chi sono le 17 che hanno ricevuto la medaglia d’oro al valore militare

Sono state 35 mila le donne partigiane, ma solo in 17 sono state decorate con la medaglia d’oro al valore militare

Eroismo, audacia, coraggio: sono queste le parole che sono state usate per descrivere il contributo delle donne alla Resistenza. Sono state 35 mila le partigiane, 70 mila hanno fatto parte dei gruppi di difesa. Hanno imbracciato le armi quando necessario, hanno saputo organizzare missioni complicate, dare sostegno non solo materiale. Eppure solo in 17 si sono meritate la medaglia d’oro al valore militare e la maggioranza di loro sono state dimenticate dalla storia, non hanno nemmeno una pagina su Wikipedia.

Continue reading “La Resistenza delle donne: chi sono le 17 che hanno ricevuto la medaglia d’oro al valore militare”

Le donne e la Resistenza: furono Volontarie della libertà le combattenti del movimento

Dovevano imparare a usare le armi, organizzare sabotaggi, e occupazioni. Coraggiose e rispettate, non sono state premiate dalla storia, che le ha quasi dimenticate

Le Volontarie della libertà furono la parte più combattiva delle donne partigiane, quelle in prima linea, con le armi in mano. “Donne energiche e audaci, decise a partecipare attivamente alla guerra”, si legge nel comunicato che dà la notizia della costituzione di questo organismo.

Continue reading “Le donne e la Resistenza: furono Volontarie della libertà le combattenti del movimento”

La Resistenza e le donne: Ada Gobetti, un’intellettuale in lotta accanto ai partigiani

Giornalista, educatrice, partigiana, Ada Gobetti fu tra le fondatrici del Partito d’Azione. Ma fu anche una madre, che fece la Resistenza insieme al figlio

Non si trattava solo di organizzare la quotidianità o di gestire la lotta armata: la Resistenza aveva bisogno anche di teste pensanti, uomini e donne che fossero in grado di ispirare e di gettare semi positivi per immaginare la nuova Italia dopo la Liberazione. Ada Gobetti fu una di queste menti, una donna che ha saputo dare un grande contributo non solo materiale ma anche intellettuale alla Resistenza.

Continue reading “La Resistenza e le donne: Ada Gobetti, un’intellettuale in lotta accanto ai partigiani”

Le donne e la Resistenza: Carla Capponi, una donna in prima linea nella lotta romana

Carla Capponi è una delle 19 donne ad aver ottenuto la Medaglia d’oro al valor militare

Era il 23 marzo 1944 quando un gruppo di uomini  e donne della resistenza romana misero a segno l’attentato di via Rasella. Fu un attacco durissimo, che colpì un reparto delle forze di occupazione tedesca e causò 33 vittime tedesche. La rappresaglia tedesca per quell’attacco fu durissima: l’eccidio delle Fosse Ardeatine, con l’uccisione di 335 prigionieri italiani. Tra quei giovani che organizzarono l’attentato, c’era anche Carla Capponi, una giovane donna che lottò all’interno del movimento partigiano per poter stare in prima linea.

Continue reading “Le donne e la Resistenza: Carla Capponi, una donna in prima linea nella lotta romana”

La Resistenza delle donne: anche noi abbiamo fatto la guerra

Per una settimana un approfondimento al giorno dedicato alle donne e la Resistenza, per festeggiare il 25 aprile, una liberazione alla quale le donne hanno dato un contributo determinante

Sono state 35 mila le partigiane combattenti, di queste 512 si sono viste riconosciuto il grado di commissario di guerra. Le donne arrestate, torturate e condannate sono state 4.635, 2.750 le deportate in Germania. Sono state 623 le fucilate o cadute in combattimento (fonte ANPI). Il ruolo delle donne è stato determinante non solo per il loro ruolo di combattenti, in prima linea nella Resistenza con il loro impegno. Le donne hanno combattuto la loro guerra quotidiana a casa, per sfamare la famiglia, lavorando in fabbrica, sopravvivendo alla miseria e alle umiliazioni.

Continue reading “La Resistenza delle donne: anche noi abbiamo fatto la guerra”

Come capire cosa vuol dire essere una donna nera grazie a un libro: Americanah

Io sono di Prato e nella mia città ci sono tante donne di tante nazionalità diverse (108 secondo l’anagrafe, un melting pop notevole) e ci sono anche tante donne nigeriane. Sono giovani, vestono con  abiti colorati e nei giorni di festa madri e figlie sono vestite allo stesso modo. Noto sempre i loro sorrisi, ma non mi sono mai fermata a pensare alla loro storia o a come si trovano nella mia città.

Poi ho iniziato a leggere i libri di Chimamanda Negozi Adichie e mi sono incuriosita. Il primo è stato “Metà di un sole giallo” dedicato alla sanguinosa guerra civile nigeriana. Il Biafra, quella zona poverissima dell’Africa i cui bambini denutriti venivano usati come l’emblema della fame nel mondo quando ero piccola venivano da lì.

Continue reading “Come capire cosa vuol dire essere una donna nera grazie a un libro: Americanah”