Ribelli e coraggiose: tutti i libri in circolazione per ispirare le giovani donne

Ribelli e coraggiose: ecco l’incitazione che arriva da più parti alle ragazze di oggi. Il mondo vuole che le giovani donne tirino fuori la grinta, affrontino gli stereotipi, lascino il segno. Su questo messaggio si sta costruendo un vero e proprio filone letterario: sono usciti diversi libri rivolti alle adolescenti (ma anche in realtà sono diretti agli adulti) alla scoperta di tante donne che sono andate contro quello che la società si aspettava da loro per poter realizzare i propri sogni. La finalità di queste pubblicazioni? creare modelli positivi per le giovani donne, essere di ispirazione.

Nelle classifiche dei libri più acquistati della settimana domina “Storie della buonanotte per bambine ribelli, scritto da Francesca Cavallo e Elena Favilli, che sono riuscite a realizzare il loro libro grazie a un crowdfunding planetario.

Le due autrici hanno raccolto su Kickstarter oltre mezzo milioni di dollari per poter realizzare il proprio progetto, soldi che sono arrivati da tutto il mondo. Il libro racconta in maniera veloce e anche un po’ ironica la storia di 100 donne che hanno voluto vivere realizzando sè stesse, che molte volte significa andare contro quello che il mondo si aspetta da te. Ci sono poche italiane, ma in una scelta mondiale è comprensibile.

C’è poi una collana dedicata alle Antiprincipesse che ha spopolato in America Latina e adesso è disponibile anche in Italia. La prima uscita è stata dedicata a Frida Khalo, la seconda a Violeta Parra. Se la Khalo è ormai conosciuta a tutti, la Parra è invece una figura davvero interessante: è una musicista cilena che, con la sua chitarra, agli inizi del ‘900 girò tutto il Cile per tenere custodire la memoria di vecchie canzoni che altrimenti avrebbero rischiato di andare perdute.

Parla invece di una storia meno eccezionale ma ambientata ai nostri giorni il libro Hero girl – il coraggio è la nuova bellezza di Caroline Paul. un libro entrato tra i best seller del New York Times che con un tono ironico vuole stimolare le giovani ragazze a superare i limiti che altri impongono.

E’ invece una denuncia agli stereotipi che nei secoli hanno accompagnato le donne, senza mai aver un fondamento diverso dal pregiudizio, il libro Breve storia delle donne di Jacky Fleming. Anche in questo caso con tono ironico si indaga un tema serio: la rappresentazione della donna, che ha dovuto fare i conti anche con Charles Darwin. Ma non voglio spoilerare!

Insomma, in questi mesi non mancano i libri legati alle donne, agli stereotipi, che vogliono mettere in luce ingiustizie e pregiudizi. Solo le giovani donne ribelli e coraggiose potranno riuscire a cambiare la situazione, a diventare protagoniste dei prossimi anni. Perchè sul fatto che i prossimi anni sono destinati a vedere un salto in avanti delle donne nessuno dubita.

Per riuscire in questa operazione le donne devono recuperare fiducia in loro stesse e nel loro ruolo: ecco allora questi libri che hanno la finalità di essere di ispirazione, fornire modelli, far svegliare le ragazze che devono prendere la situazione in mano. A noi quarantenni forse non resta altro che stare a guardare. E aiutare le nostre figlie ad essere quello che vogliono.

condividi